CORONAVIRUS - TUTTE LE INFORMAZIONI

Data: 
Lunedì, 30 Marzo, 2020 - 15:15

In questa pagina dedicata al Coronavirus potete trovate tutte le informazioni aggiornate a seguito delle disposizioni statali e regionali 

Per ATTIVITA' NON PRODUTTIVE (ECONOMICHE, SERVIZI, UFFICI, ARTIGIANI E CANTIERI, ETC): 

Ordinanza Regione Lombarida 514 del 21 Marzo 2020

Per ATTIVITA' PRODUTTIVE

DPCM del 22 Marzo 2020

DECRETO MINISTERIALE IN VIGORE

DPCM del 01 Aprile 2020

NUMERI UTILI

Tutte le chiamate per informazioni riguardanti il Coronavirus vanno effettuate al numero verde 800-89.45.45.
Numero Verde ATS Bergamo: 800.44.77.22 (dalle 9.00 alle 18.00) 
Numero nazionale di pubblica utilità: 1500
Sito internet ATS Bergamo www.ats-bg.it

AUTOCERTIFICAZIONE PER SPOSTAMENTI

MODULO PER AUTODICHIARAZIONE SPOSTAMENTI

UFFICI COMUNALI CHIUSI AL PUBBLICO

Per necessità urgenti e indifferibili : vedi qui

CIMITERI E PARCHI CHIUSI AL PUBBLICO

Per necessità urgenti e indifferibili : vedi qui
 
CHIUSURA STAZIONE ECOLOGICA
 
ATTENZIONE ALLE TRUFFE

Si è diffuso in questi ultimi giorni, in diversi androni di condomini nelle strade, un volantino falso scritto su carta intestata del «Ministero dell’Interno-Dipartimento della Pubblica Sicurezza», con il logo della Repubblica Italiana, che invita eventuali non residenti degli stabili a lasciare le abitazioni che li ospitano, per rientrare nel proprio domicilio di residenza, perché sarebbe in corso l’attività di controllo delle autorità. Attenzione, si tratta di una truffa, nessuna indicazione simile arriva dal Ministero.

Inoltre, il Comando Provinciale di Bergamo dei Carabinieri ha segnalato truffe soprattutto a  danni di anziani  da parte di finiti addetti ATS che, mostrando falsi tesserini di riconoscimento, fingono di essere stati mandati per effettuare tamponi di controllo del Coronavirus, per poi entrare nelle case e sottrarre denaro o altri oggetti di valore. IMPORTANTE: nè il personale di ATS nè quello di altri enti è autorizzato ad effettuare controlli e rilievi della temperatura a domicilio. Qualora qualcuno si presentasse alla porta con queste intenzioni, non aprite e segnalate subito alle autorità competenti (polizia locale o carabinieri).